Comune di Reggello, approvata mozione a favore di Sammezzano

Ieri, mercoledì 28 marzo 2018, il Consiglio comunale di Reggello ha approvato una mozione che ha per oggetto la tutela del Castello di Sammezzano 
impegnando cosi il comune di Reggello ad una presa di posizione nei confronti dello stallo che sta avvenendo negli ultimi mesi.

La mozione è stata fortemente voluta e presentata in forma provvisoria dai rappresentanti della lista civica “Reggello Viva” (Joe Bartolozzi e Cinzia Pandolfi) insieme a “Per Reggello” (Marco Piccardi) e “MoVimento 5 Stelle” (Roberto Grandis), che sono poi riusciti a completarla, coinvolgendo anche i rappresentanti delle altre forze politiche presenti nel consiglio comunale reggellese, con la sola astensione del gruppo comunale “Reggello Domani”.

La prima versione della mozione è stata illustrata ieri dalla Consigliera della lista “Reggello Viva” Cinzia Pandolfi, che ha fatto riferimento alle ultime vicende giudiziarie di cui è protagonista la tenuta di Sammezzano, soffermandosi sulle condizioni di degrado attuali (parti del detto sfondate, crolli dei soffitti di alcune stanze, decorazioni che si stanno deteriorando). Cinzia Pandolfi ha inoltre ricordato al consiglio che Sammezzano, nonostante sia una proprietà privata, è tutelato dal codice dei beni culturali, secondo il quale la Soprintendenza può sopperire alla negligenza dei privati proprietari adottando immediatamente le misure conservative necessarie per assicurare la conservazione dei beni culturali. (art. 33 comma 6, DL 24 del 22 gennaio 2004).

Successivamente alla Consigliera Cinzia Pandolfi, è intervenuta l’Assessora con delega alla cultura Adele Bartolini, che ha informato il Consiglio comunale riguardo i rapporti che, nel corso dei mesi scorsi, l’amministrazione ha intrapreso con la Soprintendenza e il Curatore fallimentare di Roma, attuale custode giudiziario di Sammezzano.

L’Assessora Bartolini ha illustrato i documenti ricevuti dalle varie parti, i quali attestano che la Soprintendenza per la città metropolitana di Firenze ha verificato, tramite sopralluogo, “l’assoluta urgenza di eseguire gli interventi indispensabili al fine di evitare danni al bene culturale tutelato” e che ne ha inviato comunicazione al curatore fallimentare, il quale ha assicurato (tramite lo studio tecnico da quest’ultimo incaricato) l’avvio immediato degli “interventi provvisori urgenti per l’eliminazione delle infiltrazioni di acque meteoriche interessanti le porzioni di copertura sovrastanti locali di pregio”.

Il Consiglio comunale ha appreso con piacere che l’amministrazione aveva già instaurato un rapporto con il Curatore fallimentare attuale e la Soprintendenza, riuscendo in qualche modo a rimanere aggiornata riguardo all’evolversi della situazione.

Dal dibattito in sede di consiglio comunale è emerso che Sammezzano è un bene che sta a cuore sia alla maggioranza che all’opposizione. Proprio per questo è stata concordata un’integrazione alla mozione inizialmente esposta da Cinzia Pandolfi di Reggello Viva, in modo che la mozione impegni il sindaco e la giunta a “continuare a mantenere i rapporti con la Soprintendenza e il Curatore fallimentare affinché adempiano ai loro doveri di tutela e conservazione del bene tutto (comprensivo di immobili e parco naturale annesso), nonché al  rispetto delle norme dello Stato italiano”.

 

 

Di seguito il testo integrale della mozione approvata:

 

“Al presidente del Consiglio

Giulio Gori

Al sindaco

Cristiano Benucci

A tutti gli assessori

 

MOZIONE con richiesta di urgenza

Oggetto: supportiamo la salvaguardia di Sammezzano

Considerata l’ordinanza di novembre 2017 del tribunale di Firenze, in cui si decreta la custodia giudiziaria, quindi l’assegnazione provvisoria, della proprietà di Sammezzano alla società Kairos Srl.

Preso atto del progetto di messa in sicurezza e ristrutturazione del castello voluto dalla Kairos Srl, per il quale sono stati montati i ponteggi intorno all’edificio ma mai avviati i lavori in quanto il tribunale di Arezzo, in data 18/12/2017, ha dichiarato il fallimento della Sammezzano Castle Srl, ancora legalmente proprietaria del bene. Ciò ha portato il “curatore fallimentare ad invocare l’improcedibilità nei confronti della procedura esecutiva, ovvero a chiedere la revoca dell’assegnazione di Sammezzano alla Kairos Srl” , e alla possibilità di indire una nuova asta, il che significa un ulteriore allungamento dei tempi.

L’udienza in merito è slittata dal 25/01/2018 al 15/02/2018 e il 5 marzo il tribunale ne ha reso noto l’esito: parere sfavorevole nei confronti della società KAIROS Srl che aveva presentato istanza di assegnazione definitiva del bene. Le conseguenze sono state la rimozione dei ponteggi intorno al Castello e la concreta possibilità di rivedere la tenuta di Sammezzano di nuovo all’asta.

Visto l’impegno costante dimostrato da molti nostri concittadini, dalle associazioni costituitesi in questi anni e dall’amministrazione comunale di Reggello nel tenere alta l’attenzione sul castello di Sammezzano, per la riscoperta di questo bene e la sua conseguente ristrutturazione e salvaguardia.

Considerato che la tenuta di Sammezzano è tutelata dal codice dei bene culturali, Decreto Legislativo del 22 gennaio 2004, n. 42 , in cui si legge:

Art. 30, comma 1. I privati proprietari, possessori o detentori di beni culturali sono tenuti a garantirne la conservazione.

Articolo 32, comma 2. Il Ministero può imporre al proprietario, possessore o detentore a qualsiasi titolo gli interventi necessari per assicurare la conservazione dei beni culturali, ovvero provvedervi direttamente.

Articolo 33, comma 6. In caso di urgenza, il soprintendente può adottare immediatamente le misure conservative necessarie.

Articolo 34, comma 1. Gli oneri per gli interventi su beni culturali, imposti o eseguiti direttamente dal Ministero ai sensi dell’articolo 32, sono a carico del proprietario, possessore o detentore.

 

Riteniamo doveroso che il Comune di Reggello supporti l’attività della cittadinanza

impegnando

il Sindaco e la giunta a continuare a mantenere i rapporti con la Soprintendenza e il curatore fallimentare affinché adempiono ai propri doveri di tutela e conservazione del bene tutto (comprensivo di immobili e parco naturale annesso), nonché al rispetto delle norme dello Stato italiano.

 

I consiglieri comunali di Reggello Viva, Movimento 5 stelle, Per Reggello e Democratici e Riformisti per Reggello.”

 

 

Noi di Save Sammezzano ci teniamo a ringraziare pubblicamente il Comune di Reggello per aver risposto positivamente a quest’iniziativa.

Un altro ringraziamento importante è dovuto alla lista civica “Reggello Viva” che, insieme a “Per Reggello” e “MoVimento 5 Stelle”, ha dato voce ad un’importante istanza che noi supportiamo civicamente.

Auspichiamo che l’impegno di intraprendere gli interventi provvisori urgenti per l’eliminazione delle infiltrazioni di acque meteoriche interessanti le porzioni di copertura sovrastanti locali di pregio preso dal Curatore fallimentare, sia portato avanti nel più celere e nel migliore dei modi, anche se ci risulta difficile capire come ciò possa avvenire senza i ponteggi precedentemente montati proprio per avviare tali lavori e che sono stati recentemente dismessi su indicazione del Curatore stesso.
Non per niente siamo ancora in attesa di una risposta alla lettera che abbiamo inviato via PEC una decina di giorni fa al Curatore fallimentare per chiedergli alcune delucidazioni in merito alla situazione di Sammezzano.

Autore dell'articolo: Francesco Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *