Il mito delle stanze di Sammezzano: ecco come è nato

In molti blog e articoli di quotidiani online e cartacei si legge che il Castello di Sammezzano sia composto da 365 stanze, quanti sono i giorni dell’anno, in questo articolo andremo a capire veramente quante sono le stanze di sammezzano.
E’ vero che la sua struttura è di notevoli dimensioni ma il Castello di Sammezzano, nei suoi tre piani, ha un numero di ambienti compreso tra i 60 e i 70 in tutto (a seconda se consideriamo come “stanze” alcuni ambienti di passaggio o meno).
Gli ambienti artisticamente rilevanti, cioè quelli di cui girano bellissime foto su internet e che sono ormai noti a tutti, sono 24, e sono ubicati tutti al primo piano (detto anche piano nobile o monumentale).
Ovviamente ci sono ambienti riccamente decorati e degni di nota anche il pian  terreno e al secondo piano ma non sono altrettanto sorprendenti e rilevanti dal punto di vista artistico-architettonico.
 

Appurato che le sale del piano nobile sono 24 e che tutto il complesso di Sammezzano ne comprende circa 70, come attestato nel libro di C.Cresti, M. Sottani e M.C.Cresti dal titolo “La Villa di Sammezzano. Un’Alhambra toscana”, edito da Angelo Pontecorboli, Firenze, nel 2017 (1), abbiamo cercato di capire come sia nata la leggenda delle 365 stanze.  

Dopo una lunga e complessa ricerca, siamo riusciti ad individuare l’origine di quello che è diventato nel tempo un vero e proprio mito. 

Anche se è non è possibile accertare con precisione del 100% la fonte originaria di questa  leggenda, le nostre ricerche hanno condotto al portale online dove questa inesattezza è comparsa per la prima volta: il sito web del noto mensile fiorentino “Il Reporter“. 

Sul sito web de “Il Reporter”, in un articolo datato 8 marzo 2012, si legge infatti “All’interno del castello sono presenti 365 sale, una per ogni giorno dell’anno”.  

Successivamente alcuni cronisti e blogger, considerando come fonte certa il pezzo giornalistico sopra citato, hanno riportato nei propri articoli la medesima informazione errata, facendola così diffondere in modo esponenziale sul web (anche su portali molto autorevoli).
In pochi mesi è diventata una fonte 
considerata certa da tutti coloro che hanno scritto qualcosa su Sammezzano, una fonte ormai capace di trarre in inganno anche i più attenti giornalisti, blogger e giovani studiosi appassionati dell’argomento. In pratica, quella notizia è diventata virale.

Non sapremo mai se la giornalista che ha scritto l’articolo, prima di inserire questa inesattezza nel suo articolo, l’abbia inventata di sana pianta, l’abbia sentita da altri o l’abbia letta chissà su quale testo cartaceo (anche se, quest’ultima eventualità, ci pare molto poco probabile).
L’unica cosa che possiamo dire con certezza è che è apparsa online per la prima volta nel suddetto articolo dell’ 8 marzo 2012 e che, da quel momento in poi, tale fantasia si è diffusa talmente tanto da prendere il posto della verità. 


1) In una nota a pag. 91 del citato libro “La Villa di Sammezzano. Un’Alhambra toscana” si legge: 
” In tantissimi articoli si continua ad alimentare la leggenda che nella villa ve ne siano 365, una per ciascun giorno dell’anno; è evidentemente una notizia falsa.”

Autore dell'articolo: Francesco Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *