Pubblicato il testo della proposta di legge per l’acquisto di Sammezzano da parte dello stato

by Francesco Esposito

E’ stato finalmente pubblicato il testo della proposta di legge presentata da Vittorio Sgarbi per ottenere l’acquisto di Sammezzano da parte dello stato Italiano, e la sua messa a disposizione della collettività.

In particolare, riguardo Sammezzano, nel testo della proposta si legge:

[…] nel ventunesimo secolo conosce una fase di decadenza: il castello è venduto all’asta, ma versa in stato d’abbandono, e le successive aste a decorrere dal 2015, con base di 20 milioni di euro e successivi ribassi, vanno deserte. La finalità della presente proposta di legge è quella di invertire questa fase di inaccettabile decadenza, recuperare, custodire e preservare un bene architettonico, monumentale, museale di assoluto pregio e senza paragoni in Italia, e con ciò salvarlo dallo stato di degrado a cui sembra inesorabilmente destinato a causa dell’incuria in cui versa […]

Si tratta di adempiere ad un dovere costituzionale che è quello di tutelare il patrimonio storico e artistico della Nazione, come prescrive l’articolo 9 della Costituzione medesima. Non procedere in tal senso, non fare tutto ciò che lo Stato può e
deve fare per acquistare la titolarità di questo straordinario sito d’interesse storico e culturale e conseguentemente la custodia, la tradizione, la fruibilità al pubblico, sarebbe un grave atto di irresponsabilità.

Per le finalità di cui al presente articolo, è istituito presso il Ministero della cultura un Fondo per l’acquisto e la salvaguardia del castello di Sammezzano, con una dotazione di 20 milioni di euro per il triennio 2022-2024.

Il castello di Sammezzano è destinato ad attività culturali di pubblico interesse, con particolare riguardo ad attività educative, di studio e formazione dei giovani meritevoli, nonché quale spazio riservato all’industria creativa e culturale.”

Siamo fiduciosi che la proposta di Legge venga accolta e, proprio affinché sia così, chiederemo ai parlamentari con cui siamo in contatto (che fanno principalmente parte delle Commissioni Cultura di Camera e Senato) di supportarla presso le dovute sedi istituzionali.

Per chi desidera approfondire, di seguito troverà il testo integrale della proposta di legge.



You may also like

Lascia un commento