Esposto in Procura

Vista l’insufficienza delle iniziative precedentemente intraprese per ottenere tutela e valorizzazione di Sammezzano, giovedì 6 dicembre 2018 abbiamo trasmesso un esposto alla Procura della Repubblica di Firenze.

Con questo gesto abbiamo messo la Procura di Firenze a conoscenza della situazione di degrado in cui versa Sammezzano e l’abbiamo invitata a intervenire affinché assicuri il rispetto del Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42  “Codice dei beni culturali e del paesaggio”, al quale Sammezzano è assoggettato e che ne impone la salvaguardia.

Questa nuova iniziativa ha avuto un enorme riscontro mediatico sui mezzi stampa nazionali e ha ottenuto altresì il supporto della cittadinanza, che ha visto in esso l’ultimo e unico passo possibile per ottenere un intervento risolutivo che riporti la situazione alla normalità.

Sempre nell’ambito di questa iniziativa, abbiamo inviato ulteriori comunicazioni con invito a intervenire anche a:

– Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le province di Pistoia e Prato, che ha il compito istituzionale di tutelare il patrimonio culturale presente nel territorio di propria competenza;

– Antonio Picardi, Giudice Delegato del Tribunale Ordinario di Arezzo Sezione Fallimentare che ha in carico il fallimento della Sammezzano Castle Srl (società proprietaria di Sammezzano);

– Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Firenze, in quanto ha in capo il compito di constatare tutte le violazioni di legge in materia di patrimonio culturale.

Così facendo abbiamo tentato di coinvolgere tutti i soggetti istituzionali che sono titolari di responsabilità nei confronti di Sammezzano e che hanno il compito di assicurarne la salvaguardia. Adesso siamo in attesa di sapere se e come intenderanno muoversi tali soggetti affinché sia assicurata la tutela di Sammezzano.