Incontro Rocchetta 1

Incontro alla Rocchetta Mattei: scambio prezioso e incoraggiante

Ieri, 30 giugno 2018, è stata una giornata molto importante per noi del movimento Save Sammezzano.
Un’altra tappa nel lungo e difficile percorso che abbiamo avviato oltre due anni fa, e che è tutt’ora in corso, per salvare il Castello di Sammezzano. 

Nella Sala dei Novanta della Rocchetta Mattei abbiamo partecipato ad un incontro ufficiale tra il Sindaco di Grizzana Morandi (Bo), Graziella Leoni, il vicesindaco di Reggello (Fi), Piero Giunti, il Presidente dell’Archivio Museo Cesare Mattei onlus, Claudio Carelli, e il Comitato FPXA – Sammezzano.
Per Save Sammezzano erano presenti Lucrezia Giordano, Sara Mohaddes, Krys Mantovani e Ethel Santacroce. Lucrezia Giordano è intervenuta a nome di tutti. 

L’obiettivo comune a tutti era quello di confrontarci su due luoghi dal fascino unico nei nostri territori, raccontare le rispettive esperienze e iniziare a lavorare insieme per creare un futuro ponte turistico tra il Castello di Sammezzano e la Rocchetta Mattei.

Esiste infatti un filo conduttore che lega questi due magnifici Castelli, nati dal sogno comune di due uomini di metà Ottocento, il conte Cesare Mattei e il marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona: portare in Italia le meraviglie di un mondo lontano.

La storia della Rocchetta Mattei, che la Sindaca Leoni e il Presidente Carelli ci hanno raccontato, ha un lieto fine.  Purtroppo per Sammezzano facciamo ancora fatica a vederlo  ma il loro entusiasmo contagioso ci ha davvero commossi.
La loro tenacia nel voler ridare a tutti i costi dignità ad un intero territorio, ci ha dato speranza e ci ha rafforzato nel credere che, unendo le forze, potremmo sognare insieme un destino diverso, e positivo, anche per il Castello di Sammezzano.

É stata per noi un’occasione di confronto preziosa e ringraziamo ancora di cuore la Sindaca Leoni e il Presidente Carelli per la loro solidarietà, per averci accolti ed essersi messi a disposizione per aiutarci.

La bellezza della Rocchetta Mattei e del Castello di Sammezzano è rimasta intatta per secoli. L’intento del marchese Panciatichi e del conte Mattei di omaggiare l’Oriente rende questi due luoghi unici in tutto il mondo, due preziosissime testimonianze di un passato comune e noi, tutti insieme, abbiamo il diritto – e il dovere –  di preservarne la memoria storica per le generazioni che verranno.

Autore dell'articolo: Save Sammezzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *