La Sala dei Gigli del castello di Sammezzano salvata in extremis

Nei passati anni di noncuranza, i vandali ed il degrado hanno lentamente “divorato” gran parte del Castello di Sammezzano, apportando gravissimi danni a tutta la struttura.

 Uno di questi danni stava mettendo a rischio la Sala dei Gigli, che senza ombra di dubbio è una delle delle stanze più sorprendenti del piano monumentale di Sammezzano.

Fortunatamente la Kaiors Srl durante le proprie ispezioni atte a verificare la “salute” del Castello di Sammezzano, si è accorta che la porzione di tetto ubicata proprio sopra la “Sala dei Gigli” era gravemente danneggiata e che, se nessuno fosse intervenuto, sarebbe potuta crollare da un momento all’altro recando danni irreparabili alla Sala dei Gigli. 

L’intervento immediato (ed autofinanziato) di Kairos ha consentito la riparazione del tetto ed il conseguente mantenimento della Sala dei Gigli per come l’ha realizzata il Marchese Panciatichi. Ciò significa che se un giorno Sammezzano sarà fruibile, i visitatori potranno godere della bellezza della Sala dei Gigli proprio perché la Kairos ha avuto sia l’accortezza di controllare lo stato strutturale del Castello di Sammezzano che di intervenire immediatamente laddove ha individuato un rischio imminente. 

Noi non possiamo far altro che ringraziare questa realtà societaria ed il suo Amministratore Mirko Morandi che, oltre ad essere intervenuti subito a favore di Sammezzano, ci hanno accompagnato all’interno della struttura per poter documentare i lavori e quindi mostrarli a tutti i sostenitori di Save Sammezzano.

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Francesco Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *