impalcatura sulla facciata del castello di sammezzano

Dichiarato il fallimento della Sammezzano Castle Srl

Abbiamo appreso che lo scorso 18 dicembre il Tribunale di Arezzo ha dichiarato il fallimento della Sammezzano Castle Srl (che legalmente è ancora la proprietaria di Sammezzano). Parrebbe che il fallimento non sia avvenuto su richiesta di nessuno dei creditori e che durante l’udienza non fosse presente in aula alcun rappresentante della Sammezzano Castle Srl. 

Sembrerebbe inoltre che l’indomani dell’udienza, quindi in tempi record, il curatore fallimentare abbia invocato l’improcedibilità nei confronti della procedura esecutiva, ovvero abbia chiesto di revocare l‘assegnazione di Sammezzano alla Kairos Srl (creditore procedente della Sammezzano Castle Srl). 

Le dinamiche della legge italiana sono molto strane, infatti viene naturale domandarsi perché, in tempi sorprendetemente brevi e nonostante sembri che nessuno dei creditori abbia reclamato il fallimento della Sammezzano Castle Srl, il curatore fallimentare (che, ricordiamo, ha il compito di tutelare gli interessi dei creditori) abbia proceduto chiedendo l’annullamento dell’assegnazione di Sammezzano alla Kairos. 

Purtroppo il fallimento della Sammezzano Srl e l’invocazione dell’improcedibilità della procedura esecutiva, pongono nuovamente Sammezzano in uno stato di incertezza proprietaria. 

Ci domandiamo chi adesso finanzierà e porterà avanti gli interventi conservativi (alcuni dei quali li potete vedere nelle foto sottostanti) che la Kairos Srl aveva volontariamente iniziato in quanto aveva anche presentato istanza di assegnazione per ottenerne la proprietà.

 

 

Chi si farà ora carico delle spese necessarie alla tutela di Sammezzano visto che nell’ultimo decennio nessuno ha fatto niente? 

Perché è stato chiesto di annullare l’assegnazione di Sammezzano alla Kaiors Srl, che difatti è l’unica realtà imprenditoriale che ha mostrato veramente interesse per la tutela di Sammezzano?

Sammezzano non può aspettare ancora, ogni giorno che passa il suo stato strutturale va aggravandosi e se non si trova subito una proprietà definitiva potrebbe essere troppo tardi!!

Autore dell'articolo: Francesco Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *